IL RITORNO DI MAURIZIO PIROVANO CON “ADESSO

Si intitola ADESSO l’ultimo album di MAURIZIO PIROVANO  cantautore da oltre 20 anni presente sulla scena musicale e il cui stile, affianca al rock internazionale, la canzone d’autore italiana.

Tanti sono i palchi calcati da Pirovano e tanti i concorsi a cui l’artista ha partecipato,  ottenendo anche numerosi riconoscimento a livello nazionale.

L’esordio di Pirovano avviene con “Il tempo stringe” del 2009, un album che inaugura un percorso personale da parte dell’artista, sia a livello musicale che lirico; sono presenti infatti tracce con testi di notevole profondità, spesso tratti da vicissitudini quotidiane e sentimenti provati dal cantautore stesso e riversate in canzoni che poi, acquisiscono un valore universale. L’album appena pubblicato, edito come gli altri da Latlantide, rispecchia come i precedenti, la volontà di seguire uno stile personale, senza rinunciare alla musicalità e alla ricerca di sonorità d’impatto.

“ADESSO” è il sesto album in studio del cantautore e segna un processo evolutivo che alle ballate rock romantiche, inserisce tematiche che hanno un riscontro anche sociale, come quella che incontriamo nella traccia di apertura intitolata NELL’ANNO DEL SIGNORE dove, per la prima volta, Pirovano si esprime nei riguardi della guerra e del tragico destino di giovani soldati mandati al fronte. I miliardi di lettere spedite da questi soldati sono una delle tante motivazioni che hanno spinto all’artista a parlare di un argomento trattato spesso nella musica italiana, specie quella d’autore, tuttavia emerge un’originalità spiazzante – sia nel racconto che attraversa punti davvero delicati come la solitudine in trincea e la disperazione – sia dal punto di vista musicale, in cui sono presenti momenti che dal rock, vertono verso il metal.

Altro brano che spicca è “FACCIAMO LA PACE” una ballata soft rock che nasce come una canzone di conforto e dedicata  ad una  cara amica di Maurizio Pirovano; il brano in questione  parla dell’addio di una figlia al padre.. 

Ciò che risalta tra le righe di queste note intrise di emozione pura è il forte messaggio di speranza che sembra innalzarsi dagli abissi di un cuore spezzato dalla scomparsa: tra il buio più assoluto si vede all’orizzonte lo scorcio di luce rilasciato dalla certezza di Qualcosa capace di vincere la morte.

Altra perla del  disco è  “PER SEMPRE”, anche qui l’atmosfera che si respira è molto raccolta, ispirata da  movenze rockeggianti e dove la cadenza vocale di Pirovano si posa sulle chitarre in modo armonico, lasciando che quella luce tenue, simile al bagliore che emetterebbe la speranza e soltanto intravista in FACCIAMO LA PACE, pervada una stanza buia, riflettendosi anche su uno specchio che raffigura quell’immagine di noi, che vorremo immortalare nel suono di questa canzone. Un suono deciso ma delicato, che chiude le porte  ad un mondo fatto di illusioni, aprendo quelle della rivincita personale capace di abbattere ogni ostacolo presente nel nostro cammino.