il video di “Lasciare – andare (John Mayer)”, terzo ed ultimo singolo dell’EP “Parentesi estive” dei My Escort.

E’ uscito il 5 maggio 2017, il nuovo lavoro discografico dei My Escort, una trilogia di capitoli dal titolo “Parentesi estive”, tre singoli e tre cortometraggi, pronti a raccontarci una nuova storia e a far riflettere il pubblico.

Ripercorriamo le tre fasi di questo raffinato progetto.

A giugno 2017 i My Escort pubblicano il primo singolo dal titolo “Parentesi estive” (part 1), che accompagna la prima parte di un omonimo progetto.

Parentesi estive vuole far riflettere lo spettatore, inducendolo a ricercare sotto la superficie delle cose.

Il brano, messo in scena con il primo cortometraggio, affronta le inquietudini generate dallo scorrere del tempo.

Parentesi estive vuole simboleggiare la luce – rappresentata dalla figura femminile protagonista del videoclip, dal calore e dal giallo dell’estate, dalla spensieratezza e dalla gioia di amare – insita nell’innamoramento, ma dipinge una felicità invasa dalla triste consapevolezza della fine delle cose, dal timore che tutto, anche ciò che ci fa stare bene, debba giungere ad una conclusione.

Si tratta della teoria dello yin e yang, della luce che porta con sè anche l’ombra, di ogni cosa che ha dentro di sé il suo opposto. Bisogna imparare a vivere in equilibrio tra l’inizio e la fine di ogni cosa. Bisogna imparare a godersi ogni attimo e ad essere felici di ogni momento, che racchiude in sè il senso dell’inizio e quello della fine della vita.

 https://www.youtube.com/watch?v=YIO378nkOyE


A seguire, i My Escort presentano il singolo “L’estate sta finendo”, cover dei Righeira, in chiave riarrangiata.

Il secondo cortometraggio vede il protagonista, camminare per la cittadina al termine dell’estate e rendersi conto che il romanticismo e la spensieratezza da lui vissute sono forse frutto di un’illusione o forse sono giunte a conclusione, pertanto subentra un senso di amarezza, solitudine e disillusione, dato dall’ avverarsi della fine delle cose belle.

 https://www.youtube.com/watch?v=nwaX7UyWJMQ

 il 17 dicembre 2017, è la volta di “Lasciare Andare (John Mayer)” (part 3), terzo ed ultimo singolo dell’EP “Parentesi estive”.

Il video di “Lasciare – Andare (John Mayer)” rappresenta il capitolo conclusivo della nostra “trilogia estiva”, un saluto al pubblico da parte della pop band vicentina, un ringraziamento a chi ha collaborato alla riuscita del progetto, che ha visto la Band occupare, per qualche tempo, i primi posti delle classifiche emergenti italiane.

Dopo averci accompagnato durante l’estate con una storia romantica dalle ambientazioni anni ‘80, dai toni vintage e dalle atmosfere malinconiche e nostalgiche, i My Escort ripropongono la stessa spiaggia, quella dove si respirano ancora le malinconie e i turbamenti del protagonista del nostro primo cortometraggio. I timori e le sensazioni che affliggevano il protagonista di “Parentesi estive”, rivelatisi corretti in “L’estate sta finendo” non gli hanno comunque impedito di vivere un sogno ben sapendo che il risveglio sarebbe potuto essere dei più amari, permettendogli peraltro di assaporare attimi che altrimenti gli sarebbero stati preclusi.

E così arriva il momento della fine, dei titoli di coda, il tempo di tirare le somme di quanto si è vissuto, così come accade in tutte le esperienze della vita.

Durante lo scorrere del singolo, con gli occhi puntati su quella spiaggia che tanto ci ha fatto sognare, i My Escort, scrivono:

«Una delle cose che amiamo del concetto di “viaggio” è l’assenza dei limiti, – raccontano i My Escort – se volessimo, potremmo pensare di fissarne l’inizio e la fine, ma lungo il percorso ci accorgeremo che la decisione di partire è comunque il frutto di una riflessione e di una serie di accadimenti che ci hanno “portato” fino al punto di immaginare una meta, o meglio, una nuova meta; lungo il percorso ci imbatteremo certamente in situazioni impreviste, stimolanti al punto da poter magari influenzare la nostra direzione e di riflesso l’arrivo alla meta preposta o addirittura essere considerate esse stesse delle mete o dei nuovi punti da cui ripartire. Durante il viaggio – proseguono i My Escort – ci si rende conto di fatto che l’inizio e la meta perdono di valore, ci si rende conto in fondo che nel viaggio, la meta è in effetti il viaggio stesso, la consapevolezza che ogni istante racchiude in sé la medesima potenza e vita dell’istante che lo precede e lo segue rende unico ed elettrizzante l’esperire».

Giulia Grisetti

https://youtu.be/FcxvjJJe6TU

I tre videoclip sono stati ideati da Alex Montagna e Francisco Grimaldi e diretti da Francisco Grimaldi.

My Escort - LowRes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: